Tutti nel corso della vita abbiamo conosciuto il dolore fisico.

E’ il nostro dolore e come tale lo descriviamo con parole personali, vivendolo nel silenzio, con coraggio, con rassegnazione, urlando all’ingiustizia, cercando soluzioni …

Spesso lo eliminiamo assumendo farmaci, credendo che sia l’unica soluzione possibile.

Facciamo invece un esempio:

un medico di famiglia un giorno ci propone con sicurezza un nuovo farmaco, spiegandoci che è efficace in breve termine e che non procura effetti collaterali. Abbiamo fiducia in lui, sappiamo quanto è serio e preparato, per cui iniziamo la nuova terapia certi che funzionerà. In quella “pastiglia” c’è: solo zucchero! Staremo bene. Perché? La nostra mente, fiduciosa per l’operato del nostro medico, influenza il nostro corpo positivamente. La determinazione di una persona che stimiamo ci porta allo star bene, anche senza medicine. Ma la nostra mente, anche senza interventi esterni, raggiunge lo stesso risultato.

Mente e corpo sono un solo, comunicano. Più sono in equilibrio, maggiori saranno la salute fisica e quella mentale.

Quando il dolore fisico è importante e continuato nel tempo giungiamo ad averne paura.

Siamo venuti al mondo conoscendo la paura, nulla era più come prima: soffuso protetto caldo.

Con la paura facciamo i conti tutti i giorni o avventandoci contro o buttandola in una profonda buca. Serve?

Tornando al dolore fisico: nutrire rabbia nei suoi confronti o dimenticarlo non “ascoltando” il corpo porta a risultati positivi?

C’è un’ altra possibilità: accettare la paura.

Accettarla vuol dire lasciarla “venire a galla” per poi prendercela tra le braccia, parlarle con tenerezza dicendole quanto insieme siamo forti. La parte fragile che è in noi va rassicurata con la nostra intelligenza e la nostra sicurezza.

In modo analogo accogliamo il nostro dolore fisico e risoluti e dolci gli diciamo che riusciamo a gestirlo, a farlo diminuire e spesso scomparire.

Ci sono diversi metodi naturali che ci consentono di raggiungere questi obiettivi. Sono insegnate da esperti e, una volta apprese, le possiamo continuare a casa o in angoli di natura.

Counselor e Ipnostisti sono professionisti preparati, conoscono varie tecniche e sanno adeguarle al vissuto di ciascuna Persona, a quelle che sono le Sue risorse, difficoltà e titubanze. La Persona con capacità e volontà, grazie a un lavoro svolto al fianco del Counselor o dell’Ipnotista, si sentirà più forte e fiduciosa. Acquisirà nuovi strumenti per lavorare sola col proprio corpo, accettandolo e curandolo, standogli accanto con amore.

Quale potrebbe essere il primo passo?

Avvinarsi alle tecniche di respirazione, scegliere quella che si sente propria, che si fa con continuità e naturalezza. Nella respirazione consapevole corpo e mente sono uniti, in armonia e il dolore fisico “si allontana”, così come i pensieri inutili.

Nuove energie giungono e al corpo e alla mente; parte di queste si convogliano per alleviare il dolore, per farlo scivolare via.

E’ possibile diminuire o dimenticare i farmaci, per crederci è sufficiente leggere o parlarne, per farlo si cerca un Counselor Ipnotista preparato e si inizia un percorso nuovo di scoperta, che porta all’indipendenza dalle medicine e successivamente dal Counselor stesso! In tempi brevi ci regaliamo un cambiamento di vita, che da soli porteremo avanti nel tempo.

Darci indipendenza: una grande conquista.

Annunci